SEO per il mobile: come ottimizzare un sito per Google

Condividi su:

La rivoluzione algoritmica annunciata da Google già da qualche anno è arrivata al dunque: la priorità è per gli smartphone e i suoi contenuti, di conseguenza design e usabilità dovranno essere prodotti con un occhio diverso.


visibilità ricerche su smartphoneNel corso del 2018 Google ha annunciato che pubblicherà l’aggiornamento al suo algoritmo “
mobile-first index” e da quel momento verrà data priorità all’indicizzazione di siti mobile friendly o, per usare un termine tecnico, a siti responsive (che sono in grado di fornire ai propri utenti un’ottima esperienza d’uso e gli stessi contenuti sia su desktop che su mobile).

Prima della realizzazione dell’aggiornamento algoritmico, mobile-first index, Google verificava la presenza dei contenuti desktop e mobile in maniera separata con priorità per i siti desktop. Il contenuto del tuo sito Web desktop verrà comunque indicizzato, ma da un crawler mobile-first cioè ottimizzato per siti mobili.

Di conseguenza questa nuova direzione porterà alcuni cambiamenti in tutti gli ambiti nel mondo web a partire dalla creazione di contenuti fino al design di un sito tenendo conto di una progettazione ottimizzata per gli schermi dei nostri smartphone.
Innanzitutto va fatta una distinzione tra i vari dispositivi: secondo la comunicazione di Google sono considerati mobile tutti gli smartphone (Android, IOS, Windows Phone), i tablet non sono considerati dispositivi mobili e vengono esclusi dalla categoria dei dispositivi mobili anche telefoni multimediali e feature phone. Quindi quando si parla di dispositivi mobili trattiamo solo ed esclusivamente gli smartphone.

 

Come dovrebbe essere un sito mobile friendly

Alcuni aspetti di natura tecnica vanno curati in modo particolare utilizzando accorgimento ad Hoc per il mondo mobile.
Vediamo alcuni punti importanti:

  • Velocità di caricamento delle pagine: le immagini e i componenti media dovrebbero essere adeguatamente ottimizzati.
  • Contenuti uniformi: i contenuti del tuo sito non dovrebbero essere limitati o differenti nella versione per smartphone.
  • Per contenuti testuali molto grandi è possibile utilizzare link “leggi di più” o un bottone che dopo il click aprono una scheda nascosta che mostra il contenuto.
  • Utilizzo di video: se avete la necessità di inserire video nel vostro sito fate in modo che siano in formato HTML5 è importante ricordare che la versione Flash non viene visualizzata su dispositivi mobili
  • Uso dei popup: l’uso eccessivo di popup limita la visualizzazione del contenuto e può portare l’utente ad abbandonare velocemente il sito senza compiere nessuna azione. Su questo punto Google stessa ha dedicato un esauriente post in cui mostra i popup intrusivi che possono penalizzare la fruizione dei contenuti da parte dell’utente.
  • Gestione delle url: è anch’essa un’ attività di primaria importanza dovrebbero essere identiche tra desktop e smartphone (es. www.esempio.com) e non dedicate ai dispositivi mobili (es. m.esempio.com).

 

 Esempio di popup intrusivo Esempio di popup non intrusivo
esempio di popup intrusivo

immagine presa da webmasters.googleblog.com

esempio di popup non intrusivo

immagine presa da webmasters.googleblog.com

Ai punti precedenti vanno aggiunti alcuni consigli di design, bisogna sempre tenere a mente che gli utenti di smartphone hanno a disposizione uno schermo più ridotto e l’utilizzo degli spazi va pensato in maniera accurata:

  • Dimensioni dell’immagine della testata: dovrebbe essere contenuta, tenete conto del fatto che se un immagine è molto grande il rischio è che verrà visualizzata principalmente quella
  • Condivisione social: fare in modo che l’utente possa condividere il contenuto da qualsiasi punto della pagina fissare i bottoni a fondo pagina come una vera toolbar può essere una soluzione
  • Incrementare lo spazio dell’interlinea: dare spazio al contenuto tra paragrafi, bottoni testo e immagini può facilitare la  la lettura e aumentare il tempo di permanenza e di fruizione dei contenuti

 

AMP

amp logo

Immagine presa da ampproject.org

Accelerated Mobile Pages è un framework progettato da Google in collaborazione con diversi editori che è in grado di aumentare di 4 volte la velocità del tuo sito mobile rendendo così disponibili i contenuti in modalità quasi istantanea.
Anche se garantisce una maggiore velocità di caricamento non è indispensabile adeguare fin da subito il proprio sito, andrebbe analizzato caso per caso.

Condividi su:

Trova la soluzione
giusta per te

Ti potrebbe anche interessare

Blog

Ti interessa il mondo del Digital Marketing?
Qui troverai qualcosa che potrebbe interessarti.

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER DI GBS 
PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Rimani aggiornato e segui le chicche
pubblicate dai nostri esperti.
Riceverai comodamente sulla tua mail gli ultimi articoli pubblicati sul nostro blog e rimarrai informato sulle novità del settore.

Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa (Privacy Policy)

Acconsento a ricevere materiale pubblicitario inerente le attività, i servizi e prodotti di Global Business Solution S.r.l. (Materiale Promozionale)

Acconsento a ricevere materiale informativo (c.d. newsletter)

No grazie, preferisco venire a leggerli sul sito (quando mi ricordo)