Passando in rassegna i grandi Marketplace attraverso i quali è possibile vendere online prodotti nuovi e usati, la scelta di Alibaba per promuovere i prodotti che si desidera distribuire, ha un indirizzo ben preciso. Si chiama Cina.

Sappiamo che Alibaba è presente in oltre 240 paesi e così come Amazon ed eBay, rappresenta uno dei maggiori marketplace sui quali le aziende possono vendere i loro prodotti. La peculiarità di Alibaba sta nel fatto che su questa piattaforma ogni azienda può mettere in vendita i suoi prodotti online rivolgendosi ad un mercato mondiale, ma in particolare al mercato cinese.

Alibaba è una piattaforma marketplace che permette di vendere oggetti, in forma diretta come accade per gli ecommerce. Per chi non dispone di un e-commerce ma desidera iniziare a vendere online, Alibaba potrebbe rappresentare una grossa opportunità, poiché offre una serie di strumenti per i venditori che vogliono vendere in modo semplice a milioni di utenti che già utilizzano la piattaforma per i loro acquisti in tutto il mondo ma soprattutto in Cina.

Grazie ad Alibaba è possibile incrementare la propria visibilità considerando che si contano oltre 700 milioni di utenti registrati.

L’apertura di un negozio Alibaba o su uno dei siti web collegati (Taobao, Tmall, Tmall Global, Aliexpress, etc.), è un’operazione meno semplice, rispetto alla registrazione su eBay o Amazon e richiede una verifica del profilo aziendale ed una sorta di endorsement sulla piattaforma per iniziare a fare affari su di essa, al punto che spesso conviene affidarsi a negozi già avviati che si occupano di vendere ed esportare in Cina.

Alibaba propone 7 step per affrontare il business sulla sua piattaforma:

  1. diventare consapevoli delle opportunità legate al commercio elettronico;
  2. comprendere le opportunità collegate al marketplace alibaba;
  3. generare una comunicazione diretta coi propri clienti;
  4. inserire i dati e i prodotti online e in modo corretto;
  5. curare i contenuti nella propria area (definita di fatto mini sito);
  6. comprendere e rispondere ai bisogni degli acquirenti;
  7. ingaggiare continuamente i propri acquirenti attraverso il trade manager.

Questi step sono chiamati Alibaba.com Journey e rappresentano la miglior metodologia con la quale gestire un negozio online su Alibaba.com. Infatti, per chi prova a registrarsi come acquirente, ed effettua un acquisto sul portale da uno dei venditori, potrà notare la cura con la quale ogni venditore risponde al proprio cliente in ogni fase dell’acquisto. Si è immersi in una sorta di dialogo continuo. Lo scopo di questo genere di approccio, che su Amazon e eBay è meno invasivo, è quello di ottenere recensioni favorevoli dalla transazione al fine di mantenere alto il proprio ranking nel meccanismo delle recensioni.

In ogni caso sarà necessario aprire un account sulla piattaforma, inserendo tutti i dati necessari ad identificare e gestire le transazioni, sarà opportuno aprire un apposito minisite all’interno della piattaforma. Per coloro che desiderano strutturare una vendita di prodotti ricorrente e regolamentata, è obbligatorio aprire un negozio con un account seller inserendo tutti i dati di anagrafica richiesti e collegando i dati del proprio conto PayPal o di un conto corrente bancario. Consigliamo di seguire la procedura in inglese in quanto le traduzioni del sito sono incomplete e presentano spesso errori di traduzione.

comeVendereProdottiSuAlibaba

In ogni caso è obbligatorio registrarti sulla piattaforma, per la quale sono riportate anche le formule di membership, e per aprire un account business è obbligatorio “Aprire un account Suppliers su AliBaba”.

Una volta confermata la propria identità e l’appartenenza alla propria azienda, sarà possibile operare dal proprio account personale, inserendo prodotti all’interno delle categorie predisposte da Alibaba.com. Sarà possibile descrivere il prodotto, aggiungere fotografie, definire un prezzo di vendita e i costi di spedizione.

 

alibabaApp

La vendita tramite Alibaba ed il suo ecosistema di portali e app è agevolata dalla quantità di clienti che vi accedono. Questa operazione risulta sicuramente interessante vista la continua crescita del mercato Cinese apertosi al mondo occidentale con un potenziale di acquirenti enorme rispetto a qualsiasi altro paese o aggregato, vista la crescita della richiesta di beni.

Per dare l’idea del funzionamento di questa piattaforma e della bontà dei numeri, Amazon ha aperto un suo negozio su Alibaba.com

Per il Made in Italy, è sicuramente una grossa opportunità considerando il valore che ha nel mondo, sebbene per i produttori esiste un rischio di contraffazione piuttosto altro che produce dei costi elevati per la tutela del marchio e dell’ingegno che spesso possono rappresentare un vincolo all’esportazione sul mercato cinese.

Sicuramente la scelta di affidarsi a partner già strutturati per vendere su Alibaba potrebbe essere il modo meno rischioso per approdare sul mercato cinese. Iniziative come e-marcopolo potrebbero rappresentare una corretta da prendere in considerazione, qualora si volesse affrontare la vendita sul mercato cinese in modo strutturato e tutelato. Non essendo ancora attivo il sito web in cui viene descritto il servizio, riportiamo una presentazione avvenuta nel mese di gennaio 2017 presso la camera di commercio di Torino.

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER DI GBS 
PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Rimani aggiornato e segui le chicche
pubblicate dai nostri esperti.
Riceverai comodamente sulla tua mail gli ultimi articoli pubblicati sul nostro blog e rimarrai informato sulle novità del settore.

Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa (Privacy Policy)

Acconsento a ricevere materiale pubblicitario inerente le attività, i servizi e prodotti di Global Business Solution S.r.l. (Materiale Promozionale)

Acconsento a ricevere materiale informativo (c.d. newsletter)

No grazie, preferisco venire a leggerli sul sito (quando mi ricordo)