Lo sapevi che esiste una branca della SEO attraverso la quale è possibile arricchire la quantità di informazioni che vengono comunicate ai motori di ricerca? Sto parlando dei dati strutturati che possono rappresentare delle informazioni “nascoste” davvero preziose per il tuo sito. Ma cosa sono esattamente? E perché sono importanti? Scopriamolo insieme nei prossimi paragrafi.

 

Quanto è importante essere chiari nella trasmissione di una comunicazione? Quando pubblichi contenuti sul web è fondamentale far capire quello che vuoi comunicare ai tuoi utenti e, in egual modo, ai motori di ricerca. Devi sapere, infatti, che i motori di ricerca adorano sapere quale tipo di contenuto stai illustrando e, spesso, premiano chi lo fa al meglio. Anche per i search engines, come per i tuoi utenti, è importante recepire una struttura di informazioni chiara, lineare e ben precisa e i dati strutturati, in quest’ottica, sono informazioni davvero preziose.

 

seo research

 

 

Essi contribuiscono in maniera decisiva a inviare tracce importanti del tuo sito ai motori di ricerca e la loro presenza, nel codice, è un segnale importante per i crawler che, quotidianamente, analizzano la rete. Dati strutturati implementati correttamente possono rendere il tuo sito una vera e propria miniera d’oro perché sono in grado fornire la giusta risposta alla domanda che l’utente ricerca quotidianamente sui web.

Inoltre, come forse già saprai, i crawler non visualizzano siti o blog come fanno gli esseri umani ma ne analizzano porzioni di codice come i dati strutturati, appunto, che, organizzati secondo un insieme di regole sintattiche e una struttura ben precisa, rappresentano informazioni tanto nascoste quanto preziose che permettono di migliorare elementi come, per esempio i Rich Snippet.

 

Cosa sono i Rich Snippet?

I Rich Snippet sono letteralmente frammenti che costituiscono la pagina dei risultati di Google: dai title alle description, dai breadcrumb all’indirizzo stesso della pagina web, ogni elemento rappresenta una ricca risorsa in ottica SEO (Rich appunto) e garantisce una migliore “cliccabilità” per un sito web. Anche video, immagini, recensioni, indicatori di valore (come le classiche stelline) sono esempi di Rich Snippet e anche se non garantiscono un miglior posizionamento del tuo sito su Google giocano un ruolo importante sul fattore visibilità, aumentando di conseguenza un elemento importante come il CTR (Click-Through Rate).

Rich Snippet_esempio

Esempio di Rich Snippet su KW “viaggi madagascar”

 

La nascita dei dati strutturati e di Schema.org

Tutto nacque nel 2011 quando Google, Bing, Yahoo e Yandex si accordarono per creare schemi con l’obiettivo di rendere maggiormente comprensibili le informazioni trasmesse sui siti web. Essi crearono un vero e proprio vocabolario in grado di specificare entità e relazioni esistenti tra le diverse tipologie di dati: questo strumento prese il nome di Schema.org.

 

Che cos’è Schema.org?

Schema.org è un markup di dati strutturati che permette ai motori di ricerca di avere una migliore comprensione dei dati che quotidianamente viaggiano in rete. Dotare il proprio sito web di Schema.org è un’azione molto importante perché consente allo spider che scansiona le pagina di riconoscere immediatamente di che tipo di informazioni stiamo parlando e di conseguenza, una migliore indicizzazione.

Schema.org_logo

Logo di Schema.org_fonte Wikimedia

Il dizionario schema.org comprende una grande quantità di markup suddivisi in base alla tipologia di entità che si ha intenzione di definire, dal prezzo di un prodotto all’orario di uno spettacolo. Seguendo questo link si ha la possibilità di consultare tutti i markup disponibili per un sito.

Inserire Schema.org all’interno del codice delle pagine del tuo sito web è molto importante perché il motore di ricerca può fornire dai dati aggiuntivi alle informazioni ricercate dall’utente: per esempio, se l’utente ricerca il nome di un ristorante potrà conoscerne la fascia media di prezzo, eventuali recensioni positive o negative altri dati utili alla sua decisione finale.

 

Come si implementa Schema.org?

Questo vocabolario può essere integrato all’interno dei siti web attraverso linguaggi come JSON-LD, Microdata e RDFa.

JSON-LD, in particolare, è stato fondato da Manu Sporny ed è ufficialmente consigliato dal W3C. Esso è un metodo basato sul formato JSON (JavaScript Object Notation) e a differenza degli altri due, l’inserimento dei metadati non avviene nel codice sorgente ma sottoforma di script separati dai contenuti del sito. La sintassi è tendenzialmente formata da coppie di nomi e valori e si può utilizzare su qualunque piattaforma.

JSON - LD_Esempio

JSON-LD: esempio di sintassi per film Avatar_fonte Wikipedia

 

Perché sono importanti i dati strutturati all’interno del tuo sito web?

È indispensabile soddisfare le ricerche dei tuoi utenti, non trovi? È importante quindi che tu fornisca ai tuoi utenti le giuste risposte e chi, se non meglio di te, può farlo? Dichiarare informazioni complete, chiare e precise è il primo passo per garantirsi visibilità nel grande mare del web: dall’indirizzo ai profili social, dai prezzi dei prodotti alle descrizioni, ogni dettaglio diventa importante per aumentare il proprio appeal agli occhi di potenziali clienti (e dei motori di ricerca). Non usufruire dei dati strutturati potrebbe escludere a priori una potenziale opportunità di lancio o rilancio del tuo sito web.

Google fornisce un interessante strumento in proposito che permette di fare un check dei dati strutturati, si chiama Structured Data Testing Tool, inserendo la URL è possibile testare l’efficacia dei dati presenti dietro le quinte del proprio sito.

Se vuoi sapere come migliorare il tuo sito web o semplicemente sei interessato a maggiori approfondimenti sull’argomento contattataci adesso senza impegno!

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER DI GBS 
PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Rimani aggiornato e segui le chicche
pubblicate dai nostri esperti.
Riceverai comodamente sulla tua mail gli ultimi articoli pubblicati sul nostro blog e rimarrai informato sulle novità del settore.

Ai sensi dell’art. 24 del D.Lgs. 196/2003, preso atto dell’informativa resa ai sensi dell’art.13 del medesimo decreto.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per l'invio dei dati del presente modulo

No grazie, preferisco venire a leggerli sul sito (quando mi ricordo)