Ti distingue dai concorrenti, accresce la tua autorevolezza e ti permette di rimanere in continua connessione con i clienti. Tutto questo è blogging!

 

Mettiti comodo: in questo articolo ti guideremo alla scoperta del blog, una risorsa molto preziosa per la tua strategia di comunicazione. Prima faremo chiarezza sull’importanza del Content Marketing, per poi soffermarci sul fenomeno blogging: dalla sua storia, alla struttura del blog, fino a un caso studio verosimile. Ci faremo tante domande, a cui proveremo a rispondere!

 

CONTENT MARKETING: COMUNICAZIONE
CONTENUTI RILEVANTI PER IL PUBBLICO

team al lavoro per definizione content strategy

Negli ultimi anni abbiamo assistito al boom del Content Marketing, il marketing dei contenuti. Fare Content Marketing significa produrre contenuti rilevanti per il tuo pubblico: utili, informativi e pratici. Questo approccio ti allontana dal marketing tradizionale, affollato di offerte varie, sconti pazzi, promozioni speciali, occasioni uniche, per avvicinarti in modo mirato alla persona in target.

Il presupposto è infatti assumere un atteggiamento proattivo nei confronti del potenziale cliente, giocando in anticipo sulla concorrenza e superandola, al di là delle logiche di prezzo e dei tecnicismi sul prodotto.

A proposito di concorrenza, puoi realizzare una strategia di Content Marketing, solo dopo aver analizzato i tuoi competitor, i contenuti da loro pubblicati, individuato il pubblico in target e definito l’obiettivo da raggiungere. Solo a questo punto, puoi procedere nel delineare le azioni di Content Marketing da attuare.

Questo svolge una funzione educativa, su misura del target di riferimento:

  • Fornisce risposte
  • Risolve problemi
  • Soddisfa bisogni

Un cliente educato nei confronti del prodotto o servizio che fornisci è una persona informata e consapevole di ciò che acquista. Si fida di te, è fidelizzato ed è incline al passaparola positivo. La comunicazione dei contenuti rilevanti permette infatti di contenere il gap di percezione, ovvero il divario tra aspettative ed esperienza del prodotto, diminuendo così il rischio di lamentele. Per indirizzare questi contenuti alle persone giuste, esistono diversi strumenti. Continua la lettura dell’articolo: ne scoprirai uno di grande efficacia, in grado di farti trovare, conoscere e rafforzare la tua autorevolezza.

 

BLOG: STORIA, DEFINIZIONE E STRUTTURA

blogger alla ricerca di contenuti per content strategy

Le vie del Content Marketing sono infinite? Se non infinite, sono numerose e percorribili, scegliendo tra testi, immagini, audio, video, per veicolare il tuo messaggio nella forma più adatta al pubblico di riferimento.
In questo articolo analizzeremo insieme il blog, il migliore alleato per dare un volto umano alla tua azienda. Intraprenderemo un viaggio nel tempo, citando alcune tappe storiche del fenomeno blogging, per poi passare alla sua definizione, delineandone le caratteristiche principali.

Il termine blog è la contrazione di web-log, diario in rete. Questa parola viene coniata nel 1997 da John Barger, editor di Robot Wisdom, uno dei primi e più importanti blog.
Due anni dopo, blog prende il posto di web-log e nasce Blogger, una delle prime piattaforme di blogging che ne diffonde l’utilizzo.
Gli anni 2000 inaugurano l’età dell’oro per questo strumento: gli argomenti trattati sono i più disparati, a partire dalla politica. Nel 2003 sbarca WordPress come piattaforma di blogging, destinata a diventare uno dei CMS (Content Management System) più utilizzati al mondo. Lo stesso anno nasce il circuito Adsense che trasforma il blog in uno mezzo di monetizzazione con una massiccia diffusione in tutto il mondo. Dal 2005 al 2010 il blogging è un fenomeno in continua crescita. Successivamente, a causa della diffusione dei social network, si ipotizza l’estinzione del blog, ampiamente smentita dai dati di State of the Blogging Industry.

storia del blog

Ma che cos’è un blog? Possiamo definirlo un tipo particolare di sito web, composto da articoli, chiamati “post”. Questi sono visualizzati in ordine cronologico inverso, perciò i più recenti si trovano in cima alla lista. Ognuno presenta autore, data, ora di uscita ed eventuale aggiornamento.

La struttura del blog è organizzata per categorie, contenitori tematici all’interno dei quali trovi i rispettivi post. Altri importanti riferimenti sono i tag, parole chiave cliccabili, associate ai post: agevolano la ricerca dei contenuti da parte del lettore, anche attraverso la loro digitazione nel filtro di ricerca. In generale il blog è provvisto di archivi per la suddivisione degli articoli per mesi e anni.

Di norma ogni post è aperto ai commenti. Per la sua natura, il blog è infatti uno strumento utile a mettere in contatto il pubblico con blogger o azienda. Nasce proprio come spazio virtuale di confronto, conversazione, richiesta di informazioni e condivisione di opinioni tra lettori e blogger oppure azienda.

Esistono diverse tipologie di blog:

  • personale -> focus: la propria vita, opinioni, passioni e interessi vari
  • tematico -> focus: argomento univoco (un’attività, un problema specifico)
  • corporate o aziendale -> focus: temi affini all’aziendasu misura dei potenziali clienti

È proprio il corporate blog, cioè il blog di proprietà aziendale, che si rivela una risorsa fondamentale nella tua strategia di Content Marketing. Può essere presente nel sito aziendale oppure su dominio esterno.

Perché sia efficace, il blog aziendale non deve essere uno strumento autocelebrativo o promozionale. Al suo interno, la comunicazione è “disinteressata”non aggressiva dal punto di vista commerciale. La domanda che sorge spontanea è: se l’argomento non è il mio prodotto, che cosa scrivo?
Puoi partire riflettendo su alcuni quesiti, ricordando sempre di fornire risposte, risolvere problemi e soddisfare bisogni. Solo in questo modo riuscirai a raggiungere il tuo potenziale cliente.

Perciò chiediti:

  • qual è la tua storia e la realtà interna all’azienda? -> Il tuo pubblico le conosce?
  • qual è la soluzione che puoi offrire a un problema? -> Il target di riferimento sa che il tuo prodotto/servizio è la soluzione al problema?
  • come funziona il prodotto/servizio: ci sono usi o benefici alternativi, applicazioni nella vita quotidiana? -> I tuoi potenziali clienti sono a conoscenza delle modalità d’uso di ciò che vendi?
  • qual è l’esperienza della persona in target con il tuo prodotto/servizio? Hai feedback/racconti in merito alla customer experience?
    Raccontarla, su autorizzazione dell’interessato/a, può accrescere la tua autorevolezza e generare eventuali conversioni?
  • quali sono i tuoi partner di fiducia -> il tuo pubblico li conosce?
  • quali sono gli interessi/temi/eventi inerenti o trasversali alla tua attività aziendale o al tuo settore?

Di conseguenza alcuni contenuti che puoi trattare nel tuo blog comprendono:

content marketing esempi di contenuti rilevanti

*A proposito di storie, approfondisci l’argomento con la lettura dell’articolo: Lo Storytelling: la comunicazione narrativa per la tua azienda.

 

CASO STUDIO: ESEMPI PRATICI DI CONTENUTI RILEVANTI

Dopo aver elencato alcune tipologie di contenuti da inserire all’interno del tuo blog, proviamo ad ipotizzare alcuni esempi con un caso studio verosimile (i nomi sono inventati e ogni riferimento ad aziende, prodotti e designer esistenti è puramente casuale).

La tua azienda è la Home Sweet Home, una piccola impresa artigiana italiana di complementi d’arredo, soprattutto per gli interni, con e-commerce. È attiva sul mercato nazionale da cinque anni e nel lungo termine ha l’obiettivo di imporsi su scala internazionale.

Il suo target è composto per lo più da donne, over 30, appassionate di home design, arredamento, oggettistica per la casa, artigianato Made in Italy.

artigiana in laboratorio

All’interno del tuo blog, puoi scrivere i seguenti post, corrispondenti ai contenuti riportati nell’immagine del paragrafo precedente:

  1. Come realizziamo il tavolo da salotto Heavy Wood (retroscena/backstage aziendale)
  2. Come utilizzare correttamente il tuo brucia essenze Midsummer Night’s Dream
  3. Home Sweet Home: la scelta di Marta per arredare la casa al mare con dettagli shabby chic
  4. Arredo design: le aziende del Made in Italy scommettono sull’e-commerce
  5. Le mensole Creative Shelves: Sara ci racconta la sua esperienza
  6. Ti presentiamo i professionisti di Turn on the Light: i nostri partner per l’illuminazione degli interni
  7. Calendario degli eventi di design da non perdere / Fuori Salone: il racconto della nostra giornata a Milano
  8. Il designer Roberto Treno arreda le sale d’attesa della stazione Gare de Lyon di Parigi in stile urban jungle

Gli esempi elencati rappresentano la traduzione pratica di una strategia di Content Marketing che trova nel blog un ottimo veicolo di contenuti testuali e visivi. Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, la loro produzione deve rispettare la tipologia e la struttura del blog, oltre ad essere in linea con il pubblico di riferimento.

Dopo aver analizzato in breve questo caso studio verosimile, ora è il tuo turno! La tua azienda sta valutando la possibilità di lanciare il proprio blog come strumento di Content Marketing, oppure il corporate blog è attivo da tempo e necessita di un restyling? Rivolgiti a noi per qualche consiglio utile!

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER DI GBS 
PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Rimani aggiornato e segui le chicche
pubblicate dai nostri esperti.
Riceverai comodamente sulla tua mail gli ultimi articoli pubblicati sul nostro blog e rimarrai informato sulle novità del settore.

Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa (Privacy Policy)

Acconsento a ricevere materiale pubblicitario inerente le attività, i servizi e prodotti di Global Business Solution S.r.l. (Materiale Promozionale)

Acconsento a ricevere materiale informativo (c.d. newsletter)

No grazie, preferisco venire a leggerli sul sito (quando mi ricordo)