Stai per far partire una campagna su Facebook Ads? Scopri le 3 best practice corredate da esempi reali che ti permetteranno di ottenere i risultati che stai cercando.

 

Google e Facebook sono i due strumenti principali per affrontare campagne pay-per-click online. Google ha una rete enorme con diversi formati pubblicitari e tipologie di campagne.  Mentre Facebook, con due miliardi di utenti attivi ogni mese, è sicuramente la piattaforma di aggregazione sociale più grande del mondo. Queste due piattaforme non sono in competizione, anzi lavorano molto bene insieme e si completano a vicenda. AdWords risponde alle domande esplicite degli utenti, mentre la pubblicità sul network di Zuckerberg intercetta i desideri latenti.

Proprio per questo motivo, negli ultimi anni sempre più azienda hanno deciso di utilizzare questa immensa vetrina social per pubblicizzare i propri prodotti e servizi, spesso con ottimi risultati. La domanda che sorge spontanea è:

Come faccio a ottenere successo e aumentare il fatturato grazie alla pubblicità su Facebook?

 

La risposta è semplice:

Poniti un obiettivo, mostra le tue inserzioni al pubblico giusto e monitora la situazione ottimizzandola per ottenere risultato sempre migliori.

 

Semplice no? No, non è affatto semplice ma in questo articolo ti spiegherò 3 best practice che ti aiuteranno a sfruttare al meglio le tue inserzioni.

 

NB: Ricordati che per ottenere dei dati statistici affidabili su cui lavorare devi assolutamente installare il Pixel di Facebook sulle pagine del sito su cui vuoi lavorare.

 

Best Practice Facebook Ads #1 – Poniti un obiettivo

Prima di iniziare una qualunque campagna pubblicitaria su Facebook devi aver ben chiaro qual è l’obiettivo che vuoi raggiungereNON spendere neanche un euro se prima non ha definito questo punto: è fondamentale. Facebook ti permette di creare una campagna impostando un obiettivo scelto da tre macro gruppi:

  • Conversione
  • Traffico
  • Notorietà

 

Poniamo l’esempio che tu voglia aumentare il traffico sul tuo sito web e successivamente ottimizzare la tua compagna per convertire i tuoi potenziali clienti.

 

Facebook Ads: Obiettivo Conversioni

L’obiettivo Conversioni fa in modo che le persone eseguano un’azione sul tuo sito Web (visualizzare una pagina, scaricare un ebook, effettuare un acquisto, ecc). Prima di usare questo obiettivo, assicurati di aver configurato correttamente il pixel di tracciamento per azioni standard o conversioni personalizzate. Solo in questo modo potrai monitorare correttamente le azioni degli utenti.

Per prima cosa crea una campagna e selezione l’obiettivo conversione.

 

FB Ads - obiettivo conversioni

 

Quando crei un’inserzione per aumentare le conversioni, puoi ottimizzare per le conversioni anche la pubblicazione dell’inserzione. Se ritieni che le tue inserzioni non stiano ottenendo una pubblicazione o conversioni settimanali sufficienti affinché l’ottimizzazione per le conversioni sia efficace, prova a usare l’ottimizzazione per i clic sul link.

 

FB Ads - conversioni & clic su link

 

Facciamo un esempio: Immagina un’azienda di e-commerce che vende chicchi di caffè. L’azienda crea inserzioni per aumentare le conversioni e sceglie l’azione di conversione Acquisto (impostata tramite il Pixel di Facebook). Inoltre, ottimizza la pubblicazione dell’inserzione per le conversioni, in modo che Facebook mostri le inserzioni alle persone che hanno più probabilità di acquistare uno dei prodotti in vendita. Ecco: questa strategia può aiutare a raggiungere i clienti giusti e vendere più chicchi di caffè.

 

Facebook Ads: Obiettivo Traffico

L’obiettivo Traffico è pensato per aiutarti a rimandare più persone al tuo sito Web. Ogni volta che una persona visita il tuo sito Web dopo aver cliccato sull’inserzione, il pixel si attiva e invia informazioni a Facebook.

FB Ads - obiettivo Traffico

Usare questo obiettivo ti consente di aumentare il numero di attivazioni del pixel e di raccogliere dati che puoi usare per costruire gruppi di pubblico e ottimizzare le tue campagne. Quando crei un’inserzione per aumentare il traffico, ti consiglio di ottimizzare la pubblicazione dell’inserzione per i click sul link o per visualizzazione della pagina di destinazione.

FB Ads - clic su link & pag. di destinazione

Facciamo un esempio: prendi in considerazione un’azienda che vende orologi da uomo online. Potrebbe utilizzare l’obiettivo Traffico per fare in modo che più persone visitino il sito Web, utilizzando il pixel per inviare i dati relativi all’azione a Facebook. Dopo aver raccolto un numero sufficiente di dati, l’azienda può usarli per rivolgersi a gruppi di pubblico importanti, come le persone che hanno visitato il sito Web, aggiunto articoli al carrello o che hanno già acquistato un orologio.

 

Best Practice Facebook Ads #2 – Mostra le tue inserzioni al pubblico giusto

Una buona targetizzazione del pubblico è fondamentale per connetterti con i potenziali clienti della tua azienda. Ti consiglio di usare una combinazione di pubblico personalizzato e pubblico simile per trovare e raggiungere le persone giuste.

 

Facebook Ads: Pubblico personalizzato

Il pubblico personalizzato ti consente di riconnetterti con le persone che hanno già mostrato interesse verso la tua azienda. Usando il pixel, puoi creare un pubblico personalizzato formato dalle persone che hanno visitato il tuo sito Web o eseguito azioni al suo interno, come visualizzare prodotti o effettuare un acquisto. Non solo, puoi creare un pubblico personalizzato sulla base delle interazioni con la tua pagina e le tue precedenti inserzioni (comprese le interazioni su Instagram),  le attività nell’app, le attività offline e i tuoi elenchi clienti.

FB Ads - pubblico personalizzato

Facciamo un paio di esempi:

  1. Pensa a un rivenditore online che vende attrezzatura sportiva. Usando i dati del pixel, può creare un pubblico personalizzato di persone che hanno visitato il suo sito Web. Può anche essere più specifico e creare un pubblico personalizzato di persone che hanno aggiunto prodotti per il tennis al carrello, senza però completare l’acquisto. In questo modo, il rivenditore può pubblicare un’inserzione che invita queste persone a tornare sul sito e completare l’acquisto (il cosiddetto Cart Reminder – molto utile per aumentare le transazioni e le entrate);
  2. Immagina ora un sito Web che vende biglietti per concerti. Possiede un elenco di clienti che in precedenza hanno acquistato biglietti, comprese le informazioni di contatto come nome e indirizzo e-mail. Quando l’azienda decide di caricare il proprio database clienti, Facebook cercherà di trovare il maggior numero possibile di contatti e li inserirà in un pubblico personalizzato. In questo modo, l’azienda può fare pubblicità ai proprio clienti presenti su Facebook, ad esempio per annunciare i successivi concerti oppure promuovere sconti speciali.

 

Facebook Ads: Pubblico simile (Lookalike Audience)

Il pubblico simile (chiamato anche pubblico Lookalike) ti consente di trovare su Facebook persone simili ai tuoi clienti, ai tuoi contatti o alle persone che hanno visitato il tuo sito Web. È un modo perfetto per espandere la copertura e trovare nuove persone che potrebbero essere interessate alla tua azienda.

FB Ads - Pubblico simile

Facciamo un esempio: immagina un sito Web che vende gioielli artigianali. Il titolare dell’azienda usa i dati del pixel per creare un pubblico personalizzato formato dalle persone che hanno visitato il sito Web o effettuato acquisti al suo interno. Apprezza i suoi acquirenti e clienti fedeli e desidera trovarne altri simili a loro. Usando il pubblico personalizzato come origine (ricorda che puoi usare anche la fan base di una pagina di cui sei amministratore), può creare un pubblico simile composto da persone nuove e simili che potrebbero essere interessate ad acquistare gioielli dal suo sito Web.

 

Best Practice Facebook Ads #3 – Monitoraggio e misurazione

La tab del pixel in Gestione inserzioni ti offre informazioni sulle visite che ricevi sul tuo sito. Ti rivela quali pagine visitano le persone, se visualizzano il tuo sito Web da un computer o un dispositivo mobile e quali azioni eseguono (ad es. quando effettuano un acquisto, quando visionano un prodotto, ecc.). Le informazioni presenti sono tante:

  • Dati del pixel all’interno di un intervallo di tempo specifico;

  • Informazioni di base sullo stato e l’attività del tuo pixel;

  • Gruppi di pubblico personalizzato associati al tuo pixel;

 

Facebook Ads: Comprendi le visite sul tuo sito Web

Il grafico principale nella tab del pixel mostra il traffico totale del pixel nel tempo. Tieni presente che i dati di questa pagina si riferiscono al numero totale di attivazioni del pixel, indipendentemente dal fatto che siano associate a un’inserzione o meno. Ciò significa che il numero totale dovrebbe corrispondere all’incirca al volume complessivo delle visite alla pagina o al sito Web, non soltanto al traffico attribuito derivante da Facebook.

FB Ads - grafico pixel FB

Puoi anche filtrare per URL, dominio, dispositivo o azione per vedere i dati importanti per te. Ad esempio, filtrando per URL, vedrai quante visite stanno ottenendo le pagine del tuo sito Web e quali sono quelle che ricevono più traffico. Se filtri per tipo di azione, puoi vedere informazioni relative, ad esempio, a quante persone hanno aggiunto un articolo al carrello nella scorsa settimana.

Facebook Ads: Crea una conversione personalizzata

Le conversioni personalizzate ti offrono un monitoraggio più specifico e flessibile. È possibile usare le conversioni personalizzate in due modi principali:

  • Configura una regola dell’URL: le regole dell’URL rappresentano una buona scelta se non vuoi aggiornare il codice del tuo sito Web. Ad esempio, puoi creare una regola per monitorare quando una persona apre una pagina che contiene /orologi all’interno del suo URL. Oppure puoi misurare gli acquisti monitorando le visite su una pagina di ringraziamento (chiamata anche thank you page) mostrata dopo un acquisto sul tuo sito Web.
  • Monitora per categorie specifiche: se usi già le azioni standard ma vuoi dettagli più specifici, le conversioni personalizzate possono aiutarti. Ad esempio, sei hai un negozio di abbigliamento puoi separare le azioni ViewContent in categorie separate per l’abbigliamento da uomo e quello da donna.

 

Mantieni il focus sull’obiettivo finale e le campagne Facebook porteranno risultati

In questo articolo abbiamo visto 3 semplici best practice per ottenere il massimo dalle tue inserzioni su Facebook:

  1. Pensa e metti bene in chiaro l’obiettivo che vuoi raggiungere
  2. Rivolgiti solo al pubblico giusto
  3. Monitora e ottimizza la tua campagna

Dalla mia esperienza posso dirti che la definizione dell’obiettivo da raggiungere, qualunque strumento di advertising tu decida di utilizzare, sia esso Google Adwords o Facebook Ads, è fondamentale per ottenere risultati. Senza, la tua pubblicità online è destinata a fallire.

 

Se pensi di avere le giuste caratteristiche per promuovere la tua attività ma non sai come impostare al meglio la tua prima campagna, contattaci gratuitamente e vedremo insieme cosa possiamo fare per te e per la crescita del tuo business.

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER DI GBS 
PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Rimani aggiornato e segui le chicche
pubblicate dai nostri esperti.
Riceverai comodamente sulla tua mail gli ultimi articoli pubblicati sul nostro blog e rimarrai informato sulle novità del settore.

Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa (Privacy Policy)

Acconsento a ricevere materiale pubblicitario inerente le attività, i servizi e prodotti di Global Business Solution S.r.l. (Materiale Promozionale)

Acconsento a ricevere materiale informativo (c.d. newsletter)

No grazie, preferisco venire a leggerli sul sito (quando mi ricordo)