Facebook ha recentemente rilasciato la nuova versione di Messenger Platform 1.2. Sono state incluse molte novità, tra cui, spicca su tutte, la possibilità per i Brand di accettare pagamenti attraverso la chat.

Facebook Chat Bot Messenger

Un’altra interessante novità è rappresentata dalla possibilità, sempre per i brand, di veicolare traffico e interazioni dal news feed al messenger. In pratica, potranno essere pubblicati annunci che, tra le call to action utilizzabili, rechino l’invito ad inviare messaggi diretti o ad interagire direttamente con un BOT che risponda per conto dell’Azienda.

Le call-to-action che veicoleranno traffico ed interazioni saranno “send message” (invia un messaggio), “shop now” (per gli acquisti direttamente nell’app del messegner), “Learn more” (scopri di più, interagendo, appunto, con il BOT del brand).

La versione 1.2 di Messenger Platform includerà anche altre novità:

La possibilità di invitare altri amici/utenti ad una chat con il brand

Condivisione di elementi in chat con altri utenti/amici

Gli utenti potranno condividere messaggi singoli, provenienti da chat con bot, oppure potranno inviare link verso BOT specifici;

04-shareSchermate di benvenuto e di istruzioni

Saranno rese disponibili schermate di benvenuto per BOT e pagine aziendali, che forniranno informazioni su come interagire o quali informazioni base è importante ricevere immediatamente;
Quando un utente avvia una “conversazione” con una pagina brand o un BOT, visualizzerà una schermata iniziale che servirà a fornire alcune informazioni base. Categoria merceologica, tempi medi di risposta “umana” e possibilità di interazione fornite dall’intelligenza artificiale.

Quick replies

Le “quick replies”, le risposte veloci e automatizzate per i brand, saranno dotate anche di elementi multimediali come icone o la possibilità di condividere la posizione;

Analytics e reporting su errori e problemi;

Lo stesso elemento multimediale potrà essere riutilizzato per invii successivi, in modo da consentire ai Brand l’invio massivo di contenuti o pianificarne la distribuzione.

Sempre più Chat Bot su Messenger

“Da quando abbiamo rilasciato Messenger Platform, meno di 6 mesi fa, milioni di persone in più di 200 paesi hanno interagito quotidianamente con Brand e attività aziendali, in maniera totalmente inedita e innovativa: migliori customer service, esperienze multimediali e sofisticate, provenienti direttamente da Brand ed aziende per cui si nutre molta fiducia.”
Sviluppatori e business hanno creato oltre 30000 bot per messenger, e sono state aggiornate tutte le policy di privacy per l’utilizzo della piattaforma, in modo da garantire la massima sicurezza nell’utilizzo e nell’interazione dei BOT con i brand.

Pagamenti via Chat su Facebook

E sulla nuovissima funzionalità dei pagamenti via messenger, per ora solo in beta e solo per gli Stati Uniti, Facebook afferma che stanno lavorando con la massima convinzione per ridurre l’attrito tra l’informazione su un prodotto, e la possibilità di acquistarlo (oltre che di trattenere gli utenti all’interno del social network, senza farli uscire verso siti web o ecommerce).

messenberbotsnativepaymentsgif
I clienti potranno concludere le proprie esperienze di acquisto, in pochi semplici passaggi, rimanendo all’interno di un ambiente “familiare”.

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER DI GBS 
PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Rimani aggiornato e segui le chicche
pubblicate dai nostri esperti.
Riceverai comodamente sulla tua mail gli ultimi articoli pubblicati sul nostro blog e rimarrai informato sulle novità del settore.

Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa (Privacy Policy)

Acconsento a ricevere materiale pubblicitario inerente le attività, i servizi e prodotti di Global Business Solution S.r.l. (Materiale Promozionale)

Acconsento a ricevere materiale informativo (c.d. newsletter)

No grazie, preferisco venire a leggerli sul sito (quando mi ricordo)