Il gigantesco marketplace cinese Alibaba cresce a ritmi serrati. Solo per i ricavi da spesa pubblicitaria, ha recentemente segnato l’ennesimo valore positivo, registrando il 18° trimestre consecutivo di crescita. I ricavi provenienti dalla pubblicità display raggiungeranno la ragguardevole cifra di 6,50 miliardi dollari quest’anno. Segnando una crescita del 34,1% rispetto allo scorso anno.

E pare che il trend di aumenterà ulteriormente, per il prossimo anno, con previsioni di crescita del 35% e ricavi per oltre 9 miliardi di dollari.

Il mercato cinese è gigantesco. A differenza di Amazon, che opera in tutto il mondo, Alibaba nasce e si sviluppa per servire principalmente il mercato cinese interno.

La raccolta pubblicitaria di Alibaba negli ultimi 3 anniGrazie ad una classe media sempre più abbiente, ad una vasta popolazione e ad immense porzioni rurali di territorio, il gigante cinese cresce vertiginosamente anno su anno.
Secondo le stime di eMarketer, Alibaba nel 2014 ha raccolto da solo il 4,5% della spesa pubblicitaria mondiale. Nel 2015 questa percentuale è salita al 5,6%. Confrontandolo con Baidu, il trend di crescita è vertiginoso. Baidu, infatti, nel 2014 ha raccolto il 5,1% della spesa pubblicitaria mondiale, crescendo “solo” fino al 5,6% nel 2015.

Come dicevamo, la spinta alla spesa pubblicitaria arriva principalmente dalla sempre maggiore capacità di spesa della “middle class” cinese che, unitamente alla diffusione di reti più veloci e smartphone tra la popolazione, consente di generare una forte spesa verso il mobile.

La crescita di Alibaba, oltre che per il mercato interno cinese, è determinata anche dagli acquisti dall’estero, verso il sud-est asiatico. L’interesse verso i mercati internazionali è alto, ma per conquistarli Alibaba dovrà dimostrare ai grandi brand internazionali, specie quelli operanti nel lusso, la propria volontà di combattere la piaga della contraffazione, in particolare sulla piattaforma per scambi tra privati Taobao.

I competitor diretti di Alibaba sono gli altrettanto giganteschi Baidu e Tencent. Il fatto che il mercato sia oltremodo interessante, è dimostrato dalla “campagna acquisti” di importanti servizi cinesi, quali ad esempio la piattaforma di video streaming Youku (l’alter ego cinese di YouTube) e la piattaforma di acquisto online e consegna a domicilio di cibo: Ele.me.

Esattamente come altri colossi online, Alibaba sta estendendo i propri tentacoli su altre aree di business, spaziando dai media, all’intrattenimento, al cloud, ai pagamenti da mobile, in modo da “intrappolare” gli utenti all’interno del proprio ecosistema di servizi e ecommerce.

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER DI GBS 
PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Rimani aggiornato e segui le chicche
pubblicate dai nostri esperti.
Riceverai comodamente sulla tua mail gli ultimi articoli pubblicati sul nostro blog e rimarrai informato sulle novità del settore.

Per proseguire occorre prestare il consenso al trattamento dei dati per tutte le finalità meglio descritte nell'informativa resa ex art. 13 Regolamento UE 679/2016

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di cui all'informativa (Privacy Policy)

Acconsento a ricevere materiale pubblicitario inerente le attività, i servizi e prodotti di Global Business Solution S.r.l. (Materiale Promozionale)

Acconsento a ricevere materiale informativo (c.d. newsletter)

No grazie, preferisco venire a leggerli sul sito (quando mi ricordo)