La norma CEI 64-8 introduce il concetto di livello dell’impianto elettrico. Il livello V3 è quello di qualità superiore ed è quello domotico.

Diventa quindi molto interessante iniziare a capire “cosa è” e “come funziona” un sistema domotico e come viene progettato.

Analizziamo il caso di una ristrutturazione o nuova costruzione, dove viene creato un nuovo impianto elettrico. Il progetto elettrico dovrà seguire le indicazioni date dal Livello 3 della certificazione elettrica, quindi con il numero di prese, luci, motorizzazioni, linee di carico, ecc.. adeguati. Da questo punto in poi si può iniziare ad analizzare e progettare l’impianto domotico, che dovrà essere fatto ad Hoc seguendo le esigenze del cliente e ottimizzando la struttura dell’impianto.

Il livello base di un impianto domotico è il sistema BUS con i moduli hardware contenenti la logica al loro interno, con i quali si possono controllare illuminazioni, motorizzazioni, riscaldamento e raffrescamento, irrigazione, controllo dei carichi, creare scenari o gruppi di funzioni e prese comandate. Questa è la base dell’impianto domotico, al quale possono essere integrati tutti gli altri sistemi, anche di terze parti, che sono installati in casa, quali:

[checklist style=”style1″ icon=”24|fontawesome” ]






  • [/checklist]

    Gli impianti domotici di fascia alta mettono a disposizione la gestione e controllo da PC, Smartphone, Tablet sia in wifi o LAN quando siamo dentro casa oppure da remoto se siamo fuori casa (questa funzionalità prevede che sia attiva una linea internet in casa).